Tag

, , , , , , , , , ,

Per rispondere alle richieste dei clienti, abbiamo esteso una procedura operativa (o meglio: un decalogo di procedure unificate) per la prevenzione e la gestione del rischio Coronavirus. Il documento contiene una serie di regole chiare in unica pagina (oltre due semplici allegati) su come comportarsi per le aziende aperte (a cui avevamo già dato le indicazioni) e per quelle in attesa della “fase 2” di riapertura. Il documento contiene essenzialmente il “cosa fare”, per punti, e è completato dalla stampa di alcune note e le indicazioni sul lavaggio delle mani, oltre all’opuscolo informativo del Ministero della Salute come semplice promemoria grafico. L’elenco procedurale potrà subire delle modifiche in base a quanto sarà stabilito dal Governo.

Si evidenzia che il decalogo procedurale in commento è rivolto a Uffici e aziende a basso rischio biologico (esposizione non professionale strictu sensu ad agenti biologici, cioè ad ambienti con rischio pari al resto della popolazione).

I clienti a cui è applicabile possono stamparne e timbrarla in alto a sinistra al fine di intestarla e considerarla quale “appendice al DVR aziendale”.

Tale procedura la mettiamo online affinché possa risultare di comodo spunto anche per aziende non clienti che intendono redigere una propria linea guida oppure utilizzando la nostra tal quale (intestandola in alto a sinistra con timbro aziendale e considerandola in appendice al DVR aziendale) ma senza nostra responsabilità in quanto tale utilizzo esula da collaborazione professionale (noi, infatti, ci rivolgiamo ai nostri clienti a fronte di apposito mandato ed in alcune situazioni forniamo indicazioni differenti, es. per gli ambienti sanitari per ovvie ragioni…).

Rimaniamo a completa disposizione della clientela per chiarimenti o personalizzazioni.

PROCEDURA OPERATIVA (PDF) – versione iniziale

PROCEDURA OPERATIVA versione 2 (PDF) – aggiornata 04/05/2020
(per principio di precauzione e considerando che non tutte le aziende sono in possesso del misuratore a infrarossi, trattandosi comunque di una facoltà aziendale e non di un obbligo, abbiamo aggiornato la procedura indicando la misurazione in autogestione da parte del personale per quelle realtà in cui sia fattibile affidarsi alla serietà delle persone e fiducia tra le parti)